X

Informativa sui cookie
Questo sito e i servizi terzi da esso utilizzati possono fare uso di cookie funzionali e di profilazione di terze parti, che consentono anche di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente. Scrollando la pagina, cliccando su un link, chiudendo il banner o proseguendo la navigazione sul sito in altra maniera, dai il tuo consenso all'utilizzo di tali cookie. Per saperne di più o negare il consenso all'installazione dei cookie, consulta la nostra informativa cliccando sul link: Informativa sui cookie.

PTT Ricette sui social:

Altre ricette consigliate:

Raccolte consigliate:

Articoli consigliati:

  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
Loading...

Proprietà ed effetti benefici delle Cipolle

Cipolla min La Cipolla è un alimento molto antico, coltivato in tutto il mondo e che da sempre caratterizza una vasta varietà di piatti, dalle zuppe alle minestre, dal pinzimonio a risotti, sughi, insalate e prodotti derivanti dal pane, come le pizze. Consumata sia cruda che cotta, dona un gradevole sapore alle pietanze e resta, ancora oggi, un ortaggio insostituibile.

Coltivata probabilmente già dagli egiziani, in Mesopotamia la cipolla era considerata un alimento sacro. Non tutti sanno però i poteri benefici delle cipolle e, quindi, le sue proprietà terapeutiche che naturalmente possiede.

Le cipolle contengono sali minerali, olii essenziali e vitamine; tra tutti ricordiamo il cromo e altri composti dalle proprietà antiossidanti. Tra le vitamine, la vitamina A e la vitamina B6 e la vitamina C; tra i sali minerali il potassio, il calcio, il ferro, il sodio e il fluoro. Tra le altre proprietà nutrizionali, contengono un basso contenuto proteico, glucidico e lipidico.

Le cipolle contengono naturalmente proprietà antibiotiche, antidiabetiche, antinfiammatorie, antisettiche, antimicrobiche, anticancerogene, depurative, digestive, diuretiche, mucolitiche, vermifughe e tonificanti, oltre che cosmetiche.

Tra le proprietà antibiotiche e antinfiammatorie, il succo di cipolla viene usato come curativo per ferite, bruciature, e foruncoli, facilitando tra l'altro la cicatrizzazione; le sue proprietà la rendono anche un buon rimedio espettorante, unita al miele, e curativo per tante affezioni delle vie respiratorie, come faringite, laringite, tonsillite e tosse.

La cipolla ha anche un'azione anticoagulante, fluidificando il sangue e facilitandone la circolazione, riducendo così anche il rischio di coaguli trombosi. Ha una funzione antisettica nei confronti dei batteri, migliora la digestione aumentando le secrezioni digestive (succhi gastrici e biliari), rendendola adatta a chi soffre di cattiva digestione, e normalizza la flora intestinale. Ovviamente, per lo stesso principio è sconsigliata per chi soffre di bruciori allo stomaco.

Per quanto riguarda le proprietà antidiabetiche, contribuisce ad abbassare il livello di glucosio nel sangue. Come detto tra le proprietà più importanti, la cipolla favorisce anche la diuresi, depurando l'organismo.

Abbiamo anche detto che ha delle proprietà vermifughe, infatti la cipolla oltre a regolare l'attività intestinale, combatte eventuali vermi presenti.

E' utile solo se assimilata?
Certo che no. La cipolla, infatti, è un ottimo rimedio, da come ci è stato tramandato dai nonni, per la caduta dei capelli, usando il suo succo come impacco prima dello shampoo. Può essere anche usata per rendere la pelle più morbida e bella, purificando, come abbiamo detto, i follicoli piliferi infettati.

Come conservare le cipolle?
Non in frigo ma in un luogo fresco, asciutto e ventilato. Quando si acquistano, verificare che non ci siano lesioni esterne e che la buccia sia secca e lucida, prima di segni scuri, di muffe e marciumi.

Come mangiarle?
In assenza di patologie che potrebbero sconsigliarle, possono essere mangiate crude a tutte le età. In alternativa, possono essere cotte ma il processo di cottura tende a far perdere alcune proprietà benefiche. Tra le varietà possono essere distinte le cipolle dorate, che sono più piccanti, e quelle bianche o rosse, che sono più dolci.

Cipolla

Lascia un commento

Scrivi un commento o fai una domanda su questo articolo.
Inserendo un indirizzo email valido (facoltativo), sarai avvisato quando riceverai una risposta al tuo commento.

Questo articolo ha 1 commento:

  • Pietro Licata ha scritto, 01-08-2015 17:31

    Ovviamente le cipolle mi piacciono moltissimo, ne ho sempre apprezzato il loro sapore. Le cipolle siciliane della zona di Giarratana (sono dei cipolloni!) sono l'ideale per preparare, miste a fette tostate in forno, la famosa "soup d'onions alla francese". Ne viene fuori una pietanza davvero gustosa. In Calbria, nella zona di Tropea, coltivano cipolle, la cosiddetta "cipolla di Tropea" che va mangiata cruda per apprezzarne giusto quasi "dolce". I nostri antenati mangiando pane e cipolla avevano a che fare, magari, con un cibo modesto, ma certamente facevano un "pieno di salute!".