X

Informativa sui cookie
Questo sito e i servizi terzi da esso utilizzati possono fare uso di cookie funzionali e di profilazione di terze parti, che consentono anche di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente. Scrollando la pagina, cliccando su un link, chiudendo il banner o proseguendo la navigazione sul sito in altra maniera, dai il tuo consenso all'utilizzo di tali cookie. Per saperne di più o negare il consenso all'installazione dei cookie, consulta la nostra informativa cliccando sul link: Informativa sui cookie.

Altre ricette consigliate:

Raccolte consigliate:

Articoli consigliati:

Proprietà ed effetti benefici dell'uva

Uva 1 L'uva è il frutto della pianta della vite (Vitis Vinifera) e si presenta come un'infruttescenza (insieme di più frutti) costituita da bacche, dette acini, il cui colore può essere chiaro o scuro e di dimensioni più o meno grande a seconda della specie.

La vite, rampicante a foglie caduche appartenente alla famiglia delle Vitacee, è una pianta antichissima: già ai tempi dei Sumeri e degli Egizi, infatti, si conoscevano tecniche di vinificazione. Gli Etruschi e soprattutto i romani, affinarono la viticoltura e le tecniche di produzione del vino, mentre nel basso Medioevo, la coltivazione della vite fu maggiore appannaggio degli ordini Monastici. Gradualmente, poi, una viticoltura di tipo nobiliare e borghese andò ad affiancarsi a quella ecclesiale, dando sempre maggior impulso alla produzione di vino e al miglioramento delle tecniche colturali. Con la scoperta dell'America, la vite fu esportata anche nel nuovo continente, e ad oggi viene coltivata in tutti i continenti.

Proprietà ed effetti benefici dell'uva

L'uva è costituita dall'80% di acqua, ma data l'alta concentrazione di zuccheri è un frutto abbastanza calorico (circa 60 kcal per 100 gr). L'uva è povera di proteine e grassi, contiene 1,5 gr di fibra, una buona concentrazione di potassio (192 mg), oltre a ferro (0,4 mg), calcio (27 mg), magnesio e fosforo (4 mg). Le vitamine contenute nell'uva sono: la vitamina A (4 mcg), alcune vitamine del gruppo B: B1 (0,04 mg), B6 e la vitamina C (6 mg).

Infine, un elemento molto importante per le sue proprietà, contenuto nella buccia degli acini d'uva, è il resveratrolo, un fenolo non flavonoide che viene prodotto dalla pianta per difendersi da batteri e funghi. Il resveratrolo ha proprietà antiossidanti e svolge un effetto cardioprotettivo.

Molteplici sono le proprietà benefiche dell'uva: antinfiammatorie, antifungine e antibatteriche, lassative, diuretiche ed antiossidanti. L'uva svolge inoltre un'azione antivirale: ad esempio contro l'herpex simplex si possono utilizzare applicazioni di succo d'uva o mosto sulle labbra.

Inoltre l'uva è indicata nei casi di affaticamento, anemia, emorroidi, dispepsia, calcolosi urinaria e vene varicose, contribuisce a ridurre il colesterolo e gli acidi urici.

Le varietà dell'uva

Le varietà dell'uva sono molteplici, ma possiamo fare una principale distinzione fra uva da tavola e uva da vino.

Uva da tavola
L'Italia è il maggior produttore al mondo di uva da tavola, le cui principali varietà sono:

uva Italia, la varietà più diffusa: bianca e con semi, ha grappoli grandi dal peso che può arrivare sino a 900 gr.

uva Victoria, bianca e con semi, dagli acini e grappoli grandi, con peso medio di 800 gr.

uva Sugraone, bianca e senza semi, è una delle varietà migliori a livello qualitativo, dal gusto dolce e dai bei chicchi chiari.

Uva da vino
Per quanto riguarda le uve da vino, le varietà sono così numerose che elencarle tutte sarebbe impossibile. Ricordiamo che rispetto all'uva da tavola, esse presentano solitamente una polpa più tenera e succosa.

uva Lambrusco, dalla buccia colore blu nero, produzione abbondante e maturazione agli inizi di Ottobre.

uva Malvasia Nera, scura, diffusa in Puglia, matura nella prima metà di Settembre.

uva Sangiovese, di origine Toscana, ha grappoli di colore nero violaceo e polpa tendente al rosa. Maturazione ad inizio Settembre.

uva Moscato, dai grappoli e acini medio grandi, di colore giallo. Diffusa nell'Italia centro meridionale, matura verso la metà di Settembre.

Come conservare l'uva?

Al momento di acquistare l'uva da tavola è opportuno verificare, affinché sia matura, che gli acini dell'uva chiara tendano al giallo, mentre quelli dell'uva nera siano di colore molto scuro. Gli acini devono essere ben attaccati al grappolo e infine, la presenza della classica polverina che li ricopre è un altro buon segnale che l'uva è fresca, o comunque passata di mano poche volte.

L'uva può essere conservata in frigorifero, nel reparto delle verdure, fino a una settimana.

Come consumare l'uva?

L'uva da tavola viene consumata fresca, in macedonie, spiedini di frutta e per guarnire torte e dolci. Centrifugata dà origine al succo d'uva, mentre essiccata viene utilizzata in tantissimi tipi di dolci.

L'uva da vino, ovviamente, viene utilizzata prevalentemente per la produzione vinicola.

Uva

Scrivi un commento o fai una domanda su questo articolo.
Inserendo un indirizzo email valido (facoltativo), sarai avvisato quando riceverai una risposta al tuo commento.