X

Informativa sui cookie
Questo sito e i servizi terzi da esso utilizzati possono fare uso di cookie funzionali e di profilazione di terze parti, che consentono anche di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente. Scrollando la pagina, cliccando su un link, chiudendo il banner o proseguendo la navigazione sul sito in altra maniera, dai il tuo consenso all'utilizzo di tali cookie. Per saperne di più o negare il consenso all'installazione dei cookie, consulta la nostra informativa cliccando sul link: Informativa sui cookie.

Altre ricette consigliate:

Raccolte consigliate:

Articoli consigliati:

Alimentazione: come aumentare le difese immunitarie dei bambini

In questo articolo parleremo dell'alimentazione dei bambini e scopriremo Come aumentare le difese immunitarie dei bambini.

Le difese immunitarie rappresentano una specie di barriera che combatte l'ingresso nell'organismo di microbi, batteri e microrganismi dannosi. Nei bambini questa barriera è più fragile rispetto agli adulti, per cui va costruita e salvaguardata ogni giorno con molta attenzione. L'alimentazione corre in aiuto di questo proposito, in quanto sono molti i cibi che aiutano a rafforzare le difese immunitarie dei piccoli e quindi a proteggerli contro i malanni di stagione e contro eventuali infezioni dell'apparato gastro intestinale.

Vediamo assieme come l'alimentazione può giocare un ruolo fondamentale nella creazione delle difese immunitarie nei bambini come negli adulti.

Salute bambini

Anche se si corre il rischio di essere ripetitivi, gli esperti nutrizionisti sono concordi nel consigliare un buon consumo di frutta e verdura, in quanto questi alimenti sono in grado di innalzare il livello della risposta anticorpale, per cui rafforzano l'organismo dall'interno. Occorrerebbe consumare almeno cinque porzioni di frutta e di verdure fresche e di buona qualità: 3 di verdura e 2 di frutta, e sarebbe preferibile che una delle tre porzioni di verdura venisse consumata cruda, per ottenere nutrienti vivi essenziali al buon funzionamento del sistema digerente.

E' chiaro che i bambini piccoli non amano l'insalata, così noiosa da masticare, ma come in ogni cosa conta l'abitudine. Imparare a servire ad ogni pasto una piccola porzione di insalata porta il piccolo ad abituarsi e, alla fine, ad accettare questo piatto come una dato di fatto. Non servono grandi quantità, ma piccoli assaggi, magari resi più allegri con il colore delle carote o dei pomodorini.

Un altro vegetale in grado di innalzare le difese immunitarie sono i funghi. Il loro consumo può innalzare la risposta fino al 50%, grazie all'accelerazione nella secrezione delle immunoglobuline di tipo A, ovvero degli anticorpi deputati alla difesa della pelle e delle mucose. Se consideriamo che queste vie sono le preferite di microbi e batteri possiamo comprendere l'utilità di consumare questi speciali alimenti. Va però considerato che i funghi non dovrebbero essere somministrati ai bambini con meno di tre anni, in quanto sono molto difficili da digerire. Da questa età in poi, i funghi possono essere somministrati in via alternativa, magari nella pizza, nella minestra o come contorno delle carni e del pesce. E' fondamentale affidarsi a specie ben note, come i porcini o gli champignon. Cuocere bene i funghi dopo averli lavati con cura è fondamentale, così come evitare metodi di cottura troppo elaborati che brucerebbero il contenuto nutritivo, apportando troppi grassi e calorie all'interno dell'organismo.

L'intestino riveste un ruolo importante per il sistema immunitario, per cui questo organo deve essere messo in condizione di lavorare al meglio per offrire un ambiente sano e contrastare così la proliferazione dei batteri. A tal proposito, al consumo di frutta e di verdura si associa l'importanza di mangiare tante fibre, derivate dai legumi e dai cereali integrali. Mentre i legumi si possono somministrare durante il pranzo o la cena, i cereali integrali possono costituire la base delle merende e della colazione, con torte fatte in casa con farine integrali, cereali aggiunti al latte e allo yogurt e merendine fai da te con cereali tostati. Questi alimenti aiutano fin da subito a proteggere le pareti dello stomaco e garantiscono una buona digestione. E' importante ricordare che i batteri e i germi attecchiscono dove l'organismo non è in grado di funzionare bene. Se si dona il giusto nutrimento all'intestino, esso può funzionare alla perfezione e quindi agire da difesa immunitaria primaria nel contrastare l'insorgenza di patologie.

Nella cura della difesa immunitaria bisogna prestare molta attenzione ai latticini, in quanto questi alimenti vanno ad aumentare la produzione di muco e quindi ad indebolire la flora batterica positiva. I latticini dovrebbero essere consumati con moderazione e preferiti nelle varianti light, quali formaggi freschi e poveri di grassi.

dieta bambini

Nel complesso, le regole alimentari per favorire una buona difesa batterica si basano quindi sull'assunzione di cibi vari e freschi, dando preferenza alla frutta e alla verdura. A queste semplici regole si associa l'importanza dell'acqua, in quanto i bambini hanno bisogno di idratare l'organismo soprattutto se sono molto attivi e impegnati in attività sportive. Bere molto rende l'organismo forte e aiuta a combattere l'insorgenza delle malattie di stagione in quanto aiuta ad eliminare le tossine che si possono accumulare durante l'inverno.

Il miele, l'eucalipto, il pino mugo e i rimedi naturali contro raffreddori e tosse devono essere somministrati con parsimonia, in quanto si tratta di prodotti molto forti! Aggiungere un cucchiaino di miele alla camomilla serale o al latte del mattino è una buona pratica in inverno, in quanto il miele addolcisce le vie respiratorie e aiuta a contrastare l'insorgenza dei malanni di stagione. Anche le erbe balsamiche possono essere impiegate, ma con moderazione e cognizione di causa.

Per quanto riguarda l'assunzione di integratori probiotici, essi possono essere utili durante i cambi di stagione, quando il corpo si presenta più fragile. Ogni scelta deve essere portata avanti sotto controllo medico, accertandosi che il bambino ne abbia veramente bisogno. I probiotici fanno sicuramente bene, ma devono essere somministrati con attenzione e scelti di ottima qualità. La stessa regola vale per quegli alimenti che fortificano l'organismo durante l'inverno.

Per aumentare le difese immunitarie dei bambini può infine essere utile spendere tanto tempo all'aria aperta. Anche durante l'inverno, prendere un po' di sole è importante, in quanto viene stimolata la produzione di vitamina E, indispensabile per la salute della ossa e della pelle. Al contempo, la vita all'aria aperta permette una corretta ossigenazione e fa sì che il bambino maturi anticorpi precisi e attivi. Spesso la flora batterica può risultare forte, ma ogni anno i malanni di stagione sono frutto di ceppi batterici diversi. Abituando il piccolo all'aria aperta, egli può maturare le difese necessarie, le quali possono implementarsi grazie ad una corretta e varia alimentazione.

Il potere di un'alimentazione ricca di frutta e di verdura, povera di grassi e accompagnata dal consumo di tanta acqua rappresenta quindi la soluzione migliore per fortificare l'organismo dei bambini e per aiutare la formazione di una flora batterica positiva e resistente agli attacchi esterni.

Scrivi un commento o fai una domanda su questo articolo.
Inserendo un indirizzo email valido (facoltativo), sarai avvisato quando riceverai una risposta al tuo commento.