X

Informativa sui cookie
Questo sito e i servizi terzi da esso utilizzati possono fare uso di cookie funzionali e di profilazione di terze parti, che consentono anche di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente. Scrollando la pagina, cliccando su un link, chiudendo il banner o proseguendo la navigazione sul sito in altra maniera, dai il tuo consenso all'utilizzo di tali cookie. Per saperne di più o negare il consenso all'installazione dei cookie, consulta la nostra informativa cliccando sul link: Informativa sui cookie.

PTT Ricette sui social:

Altre ricette consigliate:

Raccolte consigliate:

Articoli consigliati:

  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
Loading...

Dieta nordica: cos'è e come funziona la dieta nordica

In questo articolo parleremo della Dieta nordica: cos'è e come funziona la dieta nordica.

La dieta nordica è un esempio speciale e decisamente alternativo di alimentazione, la quale si basa su un concetto molto importante: la freschezza e la vicinanza degli alimenti che si consumano contano forse più dell'essenza dell'alimento stesso. Questa dieta è figlia di un esperimento condotto da un esperto nutrizionista danese, il Professor Thomas Meinert Larsen dell'università di Copenaghen.

Forte dei suoi studi e delle sue convinzioni sulla salubrità del cibo nordico, il professore ha diviso un gruppo di 181 pazienti affetti da obesità addominale in due gruppi.

Al primo gruppo di pazienti il professore ha consegnato un ricettario composto da ben 180 ricette, le quali prevedevano, al loro interno, alimenti solamente autoctoni e di stagione. Questi alimenti sono nel particolare i pesci nordici, quali il luccio, il rombo e il merluzzo e qualche tipologia di carne e selvaggina allevata in Danimarca.

Alla carne e al pesce si affiancano le verdure stagionali danesi, ovvero i cavoli, il riso selvatico, le patate, le noci e i mirtilli.

Tutti questi alimenti sono stati introdotti freschi e a chilometro zero e i pazienti potevano approvvigionarsi gratuitamente in un negozio specializzato. Alle ricette si sono affiancati tre menù stagionali, ovvero stilati in base alle verdure e ai prodotti che crescono in un particolare periodo dell'anno.

Al secondo gruppo di persone è stata data la possibilità di seguire la normale dieta danese, fatta di prodotti vari, anche importati. 99 le ricette previste per loro e dei menù completamente privi di stagionalità. Fragole in inverno e zucche in estate quindi per il secondo gruppo, anch'esso libero di approvvigionar in un negozio specializzato.


E' interessante notare che mentre il primo regime alimentare ha detto un No deciso anche alla frutta e alla verdura importate o di serra, il secondo le ha contemplate, sebbene coltivate artificialmente oppure importate da paesi lontani.

I risultati sono stati resi noti dopo 26 settimane di sperimentazione. Il primo gruppo, ovvero le persone che hanno seguito una dieta nordica ha perso in media 4,5 chilogrammi a testa, mentre il secondo solamente 1,50 chilogrammi. Al contempo, chi ha seguito la dieta nordica ha incontrato dei significativi miglioramenti nei livelli di colesterolo e di problemi legati all'apparato cardiovascolare.

Dieta Come possono essere letti questi dati? A detta del professor Thomas Meinert Larsen la freschezza e la vicinanza dei cibi aiuta a dimagrire, in quanto i cibi consumati sono ricchi di nutrienti, hanno un sapore ottimo e per cui appagano il senso di fame in modo molto più elevato rispetto ai cibi importati. Una verità assoluta, in quanto le ricette consigliate nella dieta sono state elaborate da uno dei ristoranti più quotati di Copenaghen, il Noma, per 4 volte primo nella classifica mondiale stilata dalla rivista Restaurant. Le ricette elaborate hanno riscosso un grande successo e sono ora diventate un libro best seller dal carattere mondiale.

I piatti nordici sono stati preparati da un bravissimo chef stellato, il quale ha dato vita a golose creazioni come il Merluzzo arrosto con sedano, Luccio alla griglia o Rombo impanato. Ricette buone e sane, in quanto basate sulla freschezza dei prodotti. E' normale che chi consuma questi piatti possa contare su un appagamento dei sensi piuttosto completo, in quanto la bellezza dei piatti stimola la vista e i sapori accontentano anche i palati più esigenti. Non si tratta in ogni caso di ricette elaborate, in quanto il campione delle persone coinvolte non era certo composto da chef professionisti! Si tratta di ricette semplici e alla portata di tutti, cotte secondo i metodi nordici e conditi con i prodotti a disposizione.

Alla risposta se la dieta nordica sia migliore della dieta mediterranea, il professore ha risposto che ciò che conta è la freschezza e la vicinanza dei cibi, per cui chi vive nel bacino del Mediterraneo deve consumare cibi vicini, quindi mediterranei. Portare avanti la dieta nordica in Sicilia non avrebbe il minimo senso, in quanto si dovrebbe importare ogni alimento e cadrebbe il concetto base che muove questa alimentazione.

Ciò che fa pensare è la mancata introduzione di cibi considerati salutari dall'opinione universale, a favore di alimenti piuttosto ricchi di grassi. Se si confronta ad esempio un piatto di luccio panato con una sogliola cotta al vapore, è indubbio che le calorie del primo sono molte di più rispetto al secondo. Questa regola vale anche per le patate e le noci, se comparate con l'insalata fresca e con i pomodori appena colti.

La dieta nordica è stata presentata a Barcellona al congresso della Società europea di cardiologia (Esc) ed ha riscosso un grande favore di pubblico e di critica. Probabilmente molti utenti hanno percepito questa alimentazione come una valida alternativa alla tanto amata dieta mediterranea, difficile da portare avanti nei paesi del nord per l'approvvigionamento delle materie prime.

Dieta Ecco che la vicinanza dei cibi e il loro positivo effetto sulla salute può essere ricercato nella genetica, in quanto molto spesso i cibi vicini sono quelli più amati e considerati buoni. Gli alimenti geograficamente lontani possono essere considerati piacevoli, alternativi, particolari, ma sicuramente poche sono le persone che li eleggono a protagonisti della loro alimentazione. Ciò avviene, per citare un esempio pratico, con la cucina cinese, con la cucina indiana o messicana: ottime, ma da considerarsi a piccole dosi.

La dieta nordica permette quindi a persone che dispongono di una base alimentare speciale di alimentarsi nel modo corretto e, soprattutto, di mantenere sotto controllo il livello del peso corporeo. Questo tratto oltrepassa i confini dell'estetica e diventa rilevante in quanto interessa la salute delle persone.

Grazie ad un'alimentazione equilibrata si possono scongiurare i problemi legati alle disfunzioni cardiovascolari, al livello di colesterolo alto e agli inestetismi della cellulite: tutti problemi e patologie strettamente legati all'alimentazione e al consumo di cibi sbagliati.

Diamo quindi il benvenuto alla dieta nordica, un'alternativa intelligente, ma dedicata a tutte le persone che risiedono al nord e che quindi possono contare sulla freschezza delle loro ottime materie prime.

Lascia un commento

Scrivi un commento o fai una domanda su questo articolo.
Inserendo un indirizzo email valido (facoltativo), sarai avvisato quando riceverai una risposta al tuo commento.