X

Informativa sui cookie
Questo sito e i servizi terzi da esso utilizzati possono fare uso di cookie funzionali e di profilazione di terze parti, che consentono anche di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente. Scrollando la pagina, cliccando su un link, chiudendo il banner o proseguendo la navigazione sul sito in altra maniera, dai il tuo consenso all'utilizzo di tali cookie. Per saperne di più o negare il consenso all'installazione dei cookie, consulta la nostra informativa cliccando sul link: Informativa sui cookie.

Altre ricette consigliate:

Raccolte consigliate:

Articoli consigliati:

  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
Loading...

La macchina del pane

Leggi le altre informazioni sulla panificazione: vai alla pagina dedicata alla Preparazione del pane, dove troverai numerose ricette, consigli e curiosità sulla preparazione del pane!



La macchina del pane è da qualche anno entrata nella casa di tantissime famiglie acquistando sempre più consensi. Ma come funziona? Quali sono i vantaggi?

Non è solo un fattore economico ma, a nostro avviso, un insieme di più meccanismi che hanno portato donne e uomini a preferire il pane fatto in casa, utilizzando, di conseguenza, una macchina del pane. Da un lato sicuramente il pane fatto in casa non costa poi tanto di più rispetto al pane acquistato al supermercato; per nostra esperienza, sovente alcuni tipi di pane arrivano a costare 3 euro e oltre al kg, mentre il prezzo della farina varia, da quello più economico a qualche tipo un po' più costoso ma che si aggira solo intorno a 1 euro, senza considerare che a questa cifra, per la farina di grano duro, si trova anche quella di produzione biologica.

La macchina del pane nasce per far risparmiare tempo e consente, dall'impasto alla lievitazione alla cottura, di ottenere un buon pane con il minimo ingombro e senza sporcare eccessivamente, se non lo stesso cestello in cui avviene l'intero ciclo di preparazione. Un piccolo ed utilissimo elettrodomestico, quindi, che è stato concepito anche per essere programmato, con il vantaggio di avere il pane caldo (o, perché no, delle brioches) all'orario desiderato.

Dietro la diffusione della macchina del pane c'è soprattutto anche la curiosità di donne e uomini che vogliono imparare a fare il pane fatto in casa, un po' un ritorno a tanti, tanti anni fa, quando fare il pane fatto in casa era la consuetudine che si ripeteva settimanalmente e a cadenza fissa, quando il pane non era un bene alimentare che veniva acquistato ma solo prodotto in casa.

Forse per tanti anni è anche sembrato troppo "difficile", per le nuove generazioni, pensare di riuscire a fare il pane, vuoi per l'impasto, vuoi per il forno o per una tecnica che forse veniva vista come difficilmente raggiungibile.

La macchina per il pane, di cui esistono tantissimi modelli, viene incontro forse alla parte più difficile della lavorazione: l'impasto. Crediamo infatti che sia davvero solo quello il punto più ostico perché il pane richiede un impasto lungo ed energico, e quindi abbastanza laborioso. La macchina del pane aiuta in quel senso, offrendoci sia la possibilità di portare a termine il pane, dalla preparazione alla cottura, senza richiedere altri forni, che preparare meramente l'impasto fatto in casa, per poi proseguire come soggettivamente piace di più.

Con qualche ora a disposizione, spese quasi tutte per la lievitazione e la cottura, il problema del pane che manca a casa sembra essere risolto: acqua, farina, lievito e sale mandano via qualsiasi problema e offrono tante soluzioni alternative.

I marchi che offrono la macchina per il pane sono tanti, dalla macchina per il pane De Longhi all'Ariete, alla macchina del pane Kenwood, Moulinex, Girmi, Alice, Princess e tante altre ancora.

I prezzi restano abbastanza accessibili viste le possibilità d'uso, che si estendono non solo al pane, di qualsiasi tipo sia ne di qualsiasi aroma, ma anche all'impasto per dolci, alla preparazione di marmellate o all'impasto della pasta per le pizze.

Via libera, quindi, al pane fatto in casa, che va dal pane semplice, ma che può essere di tanti tipi (pane classico, pane toscano, pane pugliese, panini, panini con le olive, panini al latte ecc.) al pane insaporito con pancetta, con ortaggi, con pezzi di formaggio, oppure speziato con origano, finocchi selvatici o rosmarino, per citarne qualcuno. Non manca all'appello la possibilità di preparare più facilmente tarallucci, grissini, crackers e pizze. Inizialmente si può partire dalle ricette incluse nel ricettario di ciascuna macchina del pane per poi, acquisita una certa esperienza, proseguire personalizzando ulteriormente le ricette.

Da notare, poi, che la macchina del pane risulta particolarmente gradita nel caso in cui si vogliano preparare impasti particolari, come il pane per celiaci o il pane senza sale.

Quasi tutte le ricette che proponiamo nella sezione del Pane fatto in casa possono essere impastate con la macchina del pane e poi, a seconda della lievitazione e del processo descritto, portate a termine.

Per chi ancora deve acquistare la macchina del pane,forniamo di seguito alcune caratteristiche di cui si potrebbe tener conto durante l'acquisto:

- capacità: diverse macchine del pane hanno diverse capacità, che vanno da 750 gr di pane per impasto a oltre 1 kg. Scegliete il vostro modello più adatto in base alla composizione familiare e alla quantità di pane consumata;

- numero dei programmi: altra caratteristica importante sono i numeri dei programmi in quanto la macchina del pane potrebbe offrirvi la possibilità di eseguire solo l'impasto o solo la cottura, o una cottura veloce, ma non solo: può eseguire anche diversi programmi a seconda del tipo di pane desiderato, variando, di volta in volta, il tempo di impasto, di lievitazione o di cottura. Insomma, un programma per preparare il pane classico, uno per il pane francese, uno per il pane integrale, uno per i dolci, uno per le marmellate;

- programmazione: anche questa è una funzione molto apprezzata in quanto consente, come abbiamo scritto poco più in alto, di ottenere il pane caldo all'ora desiderata. La macchina inizierà da sola l'impasto, portando a termine la cottura;

- peso del pane: alcune macchine permettono di variare il peso del pane in base alle esigenze specifiche della persona. Si può quindi produrre un panello di 750 gr oppure di 1 kg semplicemente variando le dosi e impostando, di conseguenza, il peso;

- doratura: alcune macchine del pane danno la possibilità di variare a piacere le impostazioni di cottura (e quindi di doratura del pane) anche in base al peso del pane.

Non ci resta che augurarvi buon acquisto e... buon pane!

Pane alle patate

Scrivi un commento o fai una domanda su questo articolo.
Inserendo un indirizzo email valido (facoltativo), sarai avvisato quando riceverai una risposta al tuo commento.