PTT Ricette sui social:

Un aiuto in cucina:

Altre ricette consigliate:

Raccolte consigliate:

  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
Loading...

Crostini di fegatini e milza al Vin Santo

In questa ricetta scopriremo come preparare dei saporiti Crostini di fegatini e milza al Vin Santo!

Questa ricetta è stata realizzata da Giovanna Menci (Acquacotta e fantasia).

Per ricevere le nostre ricette ogni giorno, seguici anche su Instagram, Facebook e Pinterest!

Altre ricette consigliate
Forse potrebbero interessarti anche le seguenti ricette:
Plumcake salato con prosciutto cotto, formaggio e olive oppure Melanzane grigliate sott'olio.

Informazioni:

  1. Difficoltà: facile
  2. Altre ricette di Acquacotta e fantasia
  3. Tipo di piatto: Antipasto (Crostini e Bruschette)
  4. Calorie: 429 Kcal circa a porzione (Info)
  5. Tempo di preparazione:
  6. Tempo di cottura:
  7. Tempo totale:
  8. Porzioni: ricetta per circa 6 persone

Ingredienti per preparare i Crostini di fegatini e milza al Vin Santo:

  1. Fegatini di pollo: 300 gr
    Milza: 300 gr
  2. Porri (o cipolla rossa): 1
    Aglio: 2 spicchi
  3. Capperi: 50 gr
    Acciughe sotto sale diliscate: 50 gr
  4. Brodo di carne: 1 ramaiolo piccolo
    Olio extravergine di oliva: 1 cucchiaio
  5. Burro (oppure olio extravergine di oliva): 100 gr
    Alloro: 3 foglie
  6. Rosmarino fresco: 1 ramaiolo
    Salvia fresca: 3 foglie
  7. Vin Santo: 1 bicchiere scarso
    Sale: q.b.
  8. Pepe bianco: q.b.
    Pane toscano vecchio di due giorni (possibilmente fatto con lievito naturale e cotto a legna): q.b.
Hai provato o vuoi provare questa ricetta?
Clicca qui per lasciarci un commento

Procedimento:

Per preparare i Crostini di fegatini e milza al Vin Santo tagliare a tocchetti i fegatini precedentemente privati della vescichetta della bile, metterli in una casseruola e farli rosolare con olio extravergine di oliva, la milza già pulita, metà dose di burro (o olio, se si preferisce), il porro affettato (o la cipolla), i due spicchi d'aglio, le foglie di alloro, il rametto di rosmarino, le foglie di salvia, il sale, il pepe e lasciare cuocere il tutto per 8 minuti.

Bagnarli con il Vin Santo e attendere che evapori, poi unire il brodo e lasciar cuocere il tutto altri 8 minuti.

Eliminare gli spicchi d'aglio, le foglie di alloro e di salvia, il rametto di rosmarino, mettere il composto nel bicchiere di un mixer e frullarlo qualche secondo, ottenendo così un composto abbastanza cremoso, spalmabile.

A parte preparare un battuto di acciughe e capperi, unirlo al composto di fegatini e milza ed amalgamare; aggiungere anche il restante burro (o olio di oliva), rimettere il tutto nella casseruola e farlo scaldare a fuoco vivo facendo sciogliere le acciughe (non deve bollire).

Infine, abbrustolire le fette di pane di circa 1 cm di spessore (preferibilmente usare delle fettine di pane tagliate a rettangolo e private della crosta, tranne che ad un lato).

Inumidire leggermente il pane di brodo e spalmarvi sopra la crema di fegatini e milza (si raccomanda di non bagnare troppo il pane per non far rovinare la consistenza del crostino).

I vostri Crostini di fegatini e milza al Vin Santo sono pronti!

Crostini di fegatini e milza al Vin Santo

Lascia un commento

Scrivi un commento o fai una domanda su questa ricetta.
Inserendo un indirizzo email valido (facoltativo), sarai avvisato quando riceverai una risposta al tuo commento.

Questa ricetta ha 2 commenti:

  • pierluigi ha scritto, 17-05-2020 18:27

    io sono fiorentino, li ho sempre fatti, ma non ho mai usato salvia, alloro e vin santo, ho sempre messo un pò di vino bianco , ma prima ho arrosolato la carne macinata di vitello con un battuto di cipolla rossa, poi ho messo la milza tritata , un pò di burro, e lasciato cuocere per almeno un ora, messo una grattata di parmigiano e lasciato raffreddare, spalmato sul pane toscano, e servito, con altre cose dovrei provare, ma non credo che il vin santo vada bene, scusate l'intrusione

    • PTT Ricette ha scritto, 18-05-2020 14:19

      Ciao Pierluigi, benvenuto. La storia dei crostini di fegatini toscani è antichissima e per questo, come generalmente succede, esistono tante, tantissime varianti. Ci sono ricette tramandate di famiglia in famiglia, mentre in altre le variazioni sono più significative. Ti confermiamo che si usa il vin santo (sì, proprio il vino liquoroso toscano), in alternativa, come già fai, si può usare un altro vino bianco secco o anche un vino rosso. Va comunque più che bene. Ti confermo anche le spezie, soprattutto l'alloro, e anche queste sono variabili da ricetta a ricetta. A presto :)

Clicca qui per lasciarci un commento