PTT Ricette sui social:

Un aiuto in cucina:

Altre ricette consigliate:

Raccolte consigliate:

  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
Loading...

Kefir di acqua, conservazione dei granuli

In questa pagina troverete tutte le informazioni per la conservazione dei Granuli di Kefir di acqua. Durante la produzione del Kefir è inevitabile arrivare al punto in cui i grani sono troppi e vanno in qualche modo diminuiti. I granuli in eccesso possono essere donati oppure essiccati o congelati.

Per ulteriori informazioni sul Kefir, leggi il nostro articolo alla pagina Cos'è il Kefir e leggi anche Come preparare il Kefir di acqua (clicca per leggere gli articoli).


Per ricevere le nostre ricette ogni giorno, seguici anche su Facebook e Pinterest!

Altre ricette consigliate
Forse potrebbero interessarti anche le seguenti ricette:
Delizie al limone (2) oppure Mousse di mascarpone e cioccolato, senza uova.

Informazioni:

  1. Difficoltà: facile
  2. Altre ricette di PTT Ricette
  3. Tipo di piatto: Dolce (Dessert, )
  4. Calorie: 0 Kcal circa a porzione (Info)
  5. Tempo di preparazione:
  6. Tempo totale:
  7. Porzioni: ricetta per circa 1 persone

Ingredienti per la conservazione dei Granuli di Kefir di acqua:

  1. Granuli di Kefir di acqua: 10 gr
    Acqua (se congelati): 200 gr
  2. Zucchero (se congelati): 6 gr
Hai provato o vuoi provare questa ricetta?
Clicca qui per lasciarci un commento

Procedimento:

Come essiccare i granuli di Kefir: dopo aver filtrato l'acqua, sciacquare i grani con acqua di bottiglia.

Kefir di acqua 1

Metterli in un piatto su alcuni fogli di carta assorbente da cucina (bianca, senza decorazioni perché, come potete leggere sulla confezione, non sono adatte al contatto diretto con gli alimenti).

Coprire i granuli possibilmente con una campana per dolci in tessuto e lasciarli asciugare per 12 ore circa. Se non possedete la campana in tessuto, copriteli con un leggero panno di cotone perfettamente pulito, che li lasci respirare ma eviti il depositarsi di polvere o insetti (come le mosche, ad esempio). Di tanto in tanto rigirarli con un cucchiaio o una forchetta di plastica, spostandoli su zone di carta asciutte.

Trascorse le 12 ore, con un cucchiaio o una forchetta puliti trasferire i granuli su altri fogli da cucina asciutti e lasciarli seccare ancora, sempre coperti e rigirandoli di tanto in tanto. Lasciarli asciugare per circa 10 giorni, sostituendo la carta di tanto in tanto, finché non sarà asciutta. Con il passare dei giorni, i granuli diventeranno sempre più color arancio chiaro.

Quando i granuli saranno cristallizzati (il tempo totale dipende anche dall'umidità dell'ambiente, ma l'intero processo dovrebbe comunque non superare le 2 settimane) metterli in un barattolino, chiuderlo con tappo e conservarli in ambiente fresco e asciutto.

Ecco come sono i granuli essiccati.

Kefir di acqua, conservazione dei granuli 4
Kefir di acqua, conservazione dei granuli 3

I granuli di kefir essiccati si mantengono per 6 mesi/1 anno.

Quando dovrete iniziare una nuova produzione di kefir, semplicemente basterà metterli in acqua con soluzione zuccherina preparata con 200 gr di acqua e 6 gr di zucchero (dose per 10 gr di granuli essiccati). Ecco i granuli dopo 5 minuti.

Kefir di acqua, conservazione dei granuli 1
Kefir di acqua, conservazione dei granuli 2

Lasciarli reidratare per 6 ore (noterete che inizieranno a rinvenire da subito, poco alla volta, diventando anche chiari).

Trascorse le 6 ore, sostituire l'acqua (che non va consumata) ed effettuare un nuovo ciclo di produzione di acqua di kefir (il mio kefir reidratato ora pesava 40 gr) mettendo i grani in 400 gr di acqua, 12 gr di zucchero ed aggiungendo un pezzo di frutta dolce, come fragole, ananas, pesca, arancia, mela, albicocca, ecc ecc.

Ecco i granuli dopo 6 ore (alcuni erano ancora leggermente color arancio):

Kefir di acqua, conservazione dei granuli 5

Dopo 24 ore filtrare e ripetere l'operazione senza consumare l'acqua.

Ora continuare allo stesso modo filtrando l'acqua ogni 36 ore. Quando il kefir inizierà a produrre tantissime bollicine durante la fermentazione, è segno che lavora bene e sarà anche possibile consumare l'acqua di kefir. Per vedere le bollicine basterà muovere un po' il barattolo, ma occorreranno comunque circa 4-5 giorni; se all'inizio vi sembreranno morti e senza attività, continuate con la procedura e dagli tempo, si riattiveranno poco a poco.

Come congelare i granuli di Kefir: dopo aver filtrato l'acqua di kefir, lavare i grani con acqua di bottiglia e metterli in un piccolo barattolo con acqua zuccherata (la percentuale di zucchero da usare è la stessa suindicata). L'acqua deve ricoprire i granuli di circa 2 cm e ne deve lasciare 3 di aria sotto il tappo (questo perché l'acqua, una volta congelata, acquista volume).

Mettere il vasetto in freezer coperto solo con della pellicola trasparente e lasciarlo ghiacciare; il giorno dopo togliere la pellicola, coprirlo con un tappo e rimetterlo in frigo.

Quando si dovrà iniziare una nuova produzione di kefir di acqua, passare il barattolo dal congelatore al frigorifero e lasciarlo scongelare.

Appena possibile, sostituire l'acqua altra acqua zuccherata.





Kefir di acqua, conservazione dei granuli

Lascia un commento

Scrivi un commento o fai una domanda su questa ricetta.
Inserendo un indirizzo email valido (facoltativo), sarai avvisato quando riceverai una risposta al tuo commento.

Questa ricetta ha 13 commenti:

  • Flavia ha scritto, 06-12-2015 18:47

    Salve, vorrei sapere quanti ml di acqua e quanti gr di zucchero occorrono per congelare 50gr di grani di kefir d'acqua. Grazie 1000 per l'eventuale risposta!

    • PTT Ricette ha scritto, 07-12-2015 20:25

      Ciao Flavia, le dosi per congelare i granuli di kefir di acqua le avevo scritte in alto nel procedimento, devi moltiplicare per 5.
      - Granuli di Kefir di acqua: 50 gr;
      - Acqua: 1 lt, ma essendo un po' problematico congelare 1 lt di acqua, eliminane una parte tranquillamente;
      - Zucchero: 30 gr, ma puoi anche metterne di più. Lo zucchero ha un po' la funzione di antigelo, quindi si evita anche che i fermenti esplodano per effetto del congelamento. Come puoi vedere, sono dosi che puoi tranquillamente modificare, non sono dosi fisse.

      Visto che congelarli è un po' più delicato come processo, ti direi di fare una doppia prova essiccandoli anche. Fammi sapere quale tecnica di conservazione hai preferito, poi. Ciao, a presto!

  • Claudio ha scritto, 09-01-2016 19:49

    Ciao, ho incominciato a bere Kefir d'acqua da circa un mese e volevo una precisazione circa l'acqua da utilizzare. Normalmente noi beviamo acqua prodotta da un alcanizzatore/Ionizzatore e il Kefir lo faccio con acqua con pH 7 per cui volevo sapere se è corretto o se devo usare acqua con pH diverso, cioè acida o alcalina. Grazie

    • PTT Ricette ha scritto, 10-01-2016 14:26

      Ciao Claudio, il ph7 è neutro, non credo sia un problema, come anche se fosse stato maggiore o minore. Comunque puoi fare anche delle prove e vedere, a parità di tempo, com'è l'acqua di kefir prodotta.

      Detto ciò, l'acqua di kefir avrà un ph finale in base anche agli ingredienti che userai, io ad esempio aggiungo anche agrumi e succo di limone (il succo di limone aiuta anche a proteggere il kefir d'acqua da agenti contaminanti esterni) e il ph dell'acqua che uso è 8. Ciao, a presto

  • giancarlo ha scritto, 11-07-2016 22:24

    Io li ho congelati senza acqua, saranno morti secondo voi?

    • PTT Ricette ha scritto, 17-07-2016 01:37

      Non ho mai provato, non ti saprei dire. Ma facci sapere per piacere, mi interessa molto! A presto.

  • Jean Louis ha scritto, 27-02-2017 14:52

    Io la prima volta li ho congelati senza acqua e dopo circa 24 ore con solo zucchero si sono ripresi. La seconda volta dopo averli scolati, messi su un piatto e quasi coperti di zucchero, hanno fatto più fatica a ripartire...

    • PTT Ricette ha scritto, 27-02-2017 20:06

      Ciao Jean Louis, grazie per averci scritto! Potresti descriverci meglio le prove che hai fatto? Mi interessa molto. Non ho capito se lo zucchero sui granuli di kefir lo hai messo prima o dopo averli congelati e se in entrambi i casi li hai fatti rinvenire solo coperti da zucchero ed hai aggiunto l'acqua solo in un secondo momento...Grazie, a presto!

  • angelo ha scritto, 07-09-2017 13:15

    Ciao, ho due dubbi e spero me li riusciate a risolvere:
    1- i miei granuli erano molto grandi invece ore sono piccoli come la metà di un chicco di riso e prolificano molto meno di prima, che quasi raddoppiavano, ora ne avanza un cucchiaio scarso.
    2- come posso fare a vedere se sono morti.
    In attesa di una esauriente risposta vi saluto e buona salute a tutti,
    Angelo

    P.S.- io faccio 2 litri d'acqua, 3 datteri, un pugno di uvetta, 4 prugne secche, 3 cucchiai di zucchero, mezzo limone, 6 cucchiai di kefir e lo faccio fermentare per 24 ore..... sbaglio?

    • PTT Ricette ha scritto, 07-09-2017 20:04

      Ciao Angelo, finché l'acqua fermenta, allora i granuli sono attivi. Per il resto, posso dirti di iniziare a seguire le indicazioni che ho dato nell'articolo. Elimina l'uvetta per un po', che anche se è dolce magari è stata trattata e i granuli si intossicano, usa limoni, arance, prugne e frutta fresca e vedi se si riprendono. I tuoi sono diventati molto piccoli. Puoi eventualmente eliminare la buccia della frutta. Riguardo le dosi, attieniti a quelle che ho scritto e vedi se cambia qualcosa. Non che le mie dosi siano quelle fisse da usare, ciascuno di regola a suo modo e secondo i propri gusto, ma dovendo trovare una soluzione, inizia da questi punti.

  • Sonia ha scritto, 07-09-2020 22:46

    Ho avuto i granuli da una signora che sostiene di averli tenuti in frigo per lungo tempo, circa un anno nella sola acqua... ora avendo seguito la vostra dose l'acqua ha subito iniziato a fare le bollicine. Posso essere certa che sia buono? Che non mi faccia male?

    • PTT Ricette ha scritto, 07-09-2020 23:26

      Ciao Sonia, benvenuta. La garanzia dovrebbe dartela la stessa persona che te li ha donati, nel senso che un prodotto non sicuro non andrebbe mai donato e spero che nessuno lo faccia. Prepara l'acqua di kefir per 2-3 volte senza consumarla, e cambia l'acqua e fettina di limone ogni 24 ore. Se dopo 24 ore non noti sulla superficie nessuna muffa, dovrebbero essere buoni. Quando sono contaminati generalmente l'acqua puzza e in superficie si forma una patina bianca. Un altro segno della loro attività sono le bollicine che già vedi, vuol dire che i granuli di kefir sono vivi e stanno lavorando. Il profumo è gradevole. All'assaggio la bevanda è leggermente frizzante e piacevole. Il sapore dipende dalla frutta che usi. Facci sapere, ciao.

  • Sonia ha scritto, 08-09-2020 14:35

    Grazie per la risposta... l'ho bevuto è molto buono.

Clicca qui per lasciarci un commento