X

Informativa sui cookie
Questo sito e i servizi terzi da esso utilizzati possono fare uso di cookie funzionali e di profilazione di terze parti, che consentono anche di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente. Scrollando la pagina, cliccando su un link, chiudendo il banner o proseguendo la navigazione sul sito in altra maniera, dai il tuo consenso all'utilizzo di tali cookie. Per saperne di più o negare il consenso all'installazione dei cookie, consulta la nostra informativa cliccando sul link: Informativa sui cookie. Puoi anche consultare la nostra Informativa sulla privacy

PTT Ricette sui social:

Altre ricette consigliate:

  • min-crostata-alla-frutta-2.jpg Crostata alla frutta (2)
  • min-danubio-4.jpg Danubio con prosciutto cotto e provola (4)
  • min-muffin-allo-yogurt-greco-e-cioccolato-al-latte.jpg Muffin allo yogurt greco e cioccolato al latte
  • min-tortino-di-ceci.jpg Tortino di ceci
  • min-camille-soffici-e-golose.jpg Camille, soffici e golose
  • min-torta-di-rose-con-prosciutto-cotto-mozzarella-ed-emmenthal.jpg Torta di rose con prosciutto cotto, mozzarella ed Emmenthal
logo

Raccolte consigliate:

Articoli consigliati:

  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
Loading...

Proprietà ed effetti benefici del Grano saraceno

Grano saraceno 2min Il Grano saraceno (Fagopyrum esculentum) è originario dell'Asia e viene coltivato nell'Asia centrale, in Giappone e nell'Europa centrale e settentrionale.

Contrariamente a quello che il nome farebbe pensare, il grano saraceno non è un cereale ma è una pianta erbacea annuale, appartenente alla famiglia delle poligonacee, che raggiunge mediamente 1 metro di altezza.

Il frutto è un piccolo granello triangolare, di colore bruno scuro che, una volta raccolto, viene fatto essiccare. Alla cottura presenta un sapore leggermente acre.

Sull'origine del nome esistono due ipotesi: la prima lo attribuisce al colore dei saraceni in quanto scuro, la seconda perché diffuso in Italia dai saraceni.

Dal grano saraceno si ricava anche la farina, che è color nocciola con granellini bruno scuro, che sono i rivestimenti del grano. La farina integrale di grano saraceno è ricca di sostanze nutritive fondamentali.

Il grano saraceno contiene vitamine del gruppo B (B2 0,42 mg e B6 0,21 mg), vitamina E, vitamina PP (7,02 mg) ed è ricco di ferro (2,2 mg), sali minerali, lisina, treonina, triptofano e fibre. Il calcio (20 mg), poi, è superiore a quello presente nel frumento e contiene anche potassio (500 mg), fosforo (270 mg), zolfo, manganese (1,3 mg), magnesio (120 mg) e selenio (8,3 mcg). Il valore biologico delle proteine del grano saraceno è comparabile a quello delle proteine della carne e della soia e le calorie per 100 gr di prodotto sono 359 circa.

Le proprietà del grano saraceno sono diverse: è remineralizzante ed energizzante, per cui è consigliato nei casi di affaticamento e deperimento. Grazie alla funzione della rutina, ha anche proprietà antiemorragiche e toniche dei vasi capillari, per cui è consigliato a persone ipertese ed essendo privo di glutine, è consigliato ai soggetti celiaci.

Come conservare il Grano saraceno?

In luogo fresco e asciutto, ben chiuso nella sua confezione.

Come consumare il Grano saraceno?

Intero può essere impiegato nella preparazione di zuppe e minestre, come ad esempio la nostra Zuppa di grano saraceno e ortaggi oppure la Zuppa di grano saraceno con patate e carote; mentre a base di farina possono essere consumati pane, dolci, crepes e pizzoccheri e polenta taragna, due specialità tipiche valtellinesi.

Prima di cucinarlo, è consigliabile sciacquarlo abbondantemente.

Grano saraceno
Grano saraceno 2

Lascia un commento

Scrivi un commento o fai una domanda su questo articolo.
Inserendo un indirizzo email valido (facoltativo), sarai avvisato quando riceverai una risposta al tuo commento.