PTT Ricette sui social:

Un aiuto in cucina:

Altre ricette consigliate:

Raccolte consigliate:

Articoli consigliati:

  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
Loading...

Proprietà ed effetti benefici dei Peperoncini

Il Peperoncino, a dispetto di tante credenze, gode di tante proprietà benefiche e forse, per associazione con il pepe, si tende erroneamente a credere che sia poco salutare. In realtà sono due prodotti diversi e, se usato con moderazione e da soggetti senza problemi gastrointestinali o altre patologie che potrebbero escluderlo dalla dieta, il peperoncino non può fare che bene.

Il peperoncino, probabilmente già usato sin da 7000 anni fa come conservante per il cibo; è originario dell'America ed è usato per dare sapore ai cibi. E' ricco di capsaicina, di vitamine A, B2, C, E, PP e olii essenziali. Come pianta, è facilmente coltivabile e si adatta a diversi climi; può essere coltivato nei vasi e su un terrazzo, l'importante è che stia in pieno sole. Nei periodi più freddi, conviene ad ogni modo tenerlo al riparo in quanto non sopporta bene un clima troppo rigido.

Il peperoncino è una pianta annuale e le parti consumate sono i frutti: le bacche, contenenti dei semi bianco-giallastri. Esistono tantissime qualità di peperoncino e le bacche possono essere consumate fresche, cotte o crude. I colori dei peperoncini (frutto) sono molteplici: verdi, gialli, rossi, arancione, bruno scuro e marrone scuro.

La sensazione di piccante data dal peperoncino è dovuta alla capsaicina che, in proporzione alla quantità disponibile nel seme, ne determina, appunto, la piccantezza. In realtà, quando ad esempio si mangia un peperoncino, la risposta di bruciore data dall'organismo come se la temperatura del cavo orale si fosse alzata "e stesse prendendo fuoco", è solo una sensazione che il cervello invia come risposta all'attivazione di alcuni termorecettori presenti nella bocca con cui proprio la capsaicina viene a contatto.

Tra le proprietà del peperoncino troviamo quella digestiva: infatti il peperoncino favorisce la secrezione di succhi gastrici. Studi hanno dimostrato che il peperoncino ha anche una funzione dimagrante, accentuando il consumo di calorie ad opera della capsaicina, principio attivo del peperoncino.

Il peperoncino ha anche proprietà antibiotiche, antibatteriche e antiossidanti ad opera dei flavonoidi e capsaicinoidi. E' anche molto utile nella cura di raffreddore, bronchite e sinusite; combatte la fermentazione, la formazione di gas intestinali e il passaggio delle tossine nel sangue.

Ha proprietà vasodilatatrici e anticolesterolo. L'assunzione di peperoncino può contribuire alla prevenzione dell'arteriosclerosi e non solo, infatti è anche una buona cura preventiva dell'infarto e delle malattie cardiocircolatorie.

Per uso esterno, viene usato come antidolorifico per combattere artriti e reumatismi: in questo caso, vengono effettuati massaggi con una lozione a base di alcool e peperoncino. L'azione del peperoncino consiste in una dilatazione dei capillari e riscaldamento.

Secondo il folklore popolare calabrese, il peperoncino combatte anche la caduta dei capelli, avendo effetti benefici sul cuoio capelluto.

Come conservare il peperoncino?

In ambiente secco e areato. Possono essere surgelati, essiccati oppure messi sott'olio o sotto sale.

Come consumare il peperoncino?

Fresco, cotto e crudo. Il peperoncino può essere essiccato, anche se tale pratica comporta una perdita parziale delle proprietà.

Avvertenze sul peperoncino!

Il consumo di peperoncino deve essere comunque moderato in quanto un uso eccessivo può causare forti bruciori. In questi casi, è consigliabile assumere latte, che è in grado di sciogliere la capsaicina. In alternativa, sono anche molto utili il pane (la mollica) e l'assunzione di superalcolici. Contrariamente a quanto si crede, invece non è affatto utile bere acqua in quanto la capsaicina non è idrosolubile.

Il peperoncino è anche da far consumare a bambini di almeno 12-13 anni.

Quando si manipola il peperoncino bisogna anche fare molta attenzione a non toccare occhi e bocca con le mani senza averle prima lavate accuratamente.

Lascia un commento

Scrivi un commento o fai una domanda su questo articolo.
Inserendo un indirizzo email valido (facoltativo), sarai avvisato quando riceverai una risposta al tuo commento.

Questo articolo ha 1 commento:

  • pino e lina ha scritto, 06-10-2016 00:30

    Bellissime ricette, facili e deliziose