PTT Ricette sui social:

Un aiuto in cucina:

Altre ricette consigliate:

Raccolte consigliate:

  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
Loading...

Pane a bassa idratazione misto

Il Pane a bassa idratazione misto è un pane fatto con il 42% di farina tipo 1, il 32% di farina tipo 00 e il 26% semola di grano duro, un mix di farine che lo renderanno profumato e con maggiore quantità di fibre rispetto al tradizionale pane tipo 00. Questo Pane a bassa idratazione misto è idratato al 55,5%, quindi ha un impasto abbastanza sodo e che non farà sviluppare grandi alveoli, come succede invece con i pani ad alta idratazione. La mollica sarà più asciutta, compatta, molto simile al pane toscano, insomma. Sempre restando nell'ambito del pane toscano appena citato, questo pane è fatto praticamente senza sale, ne ho aggiunto giusto un poco per rendere la maglia glutinica più resistente. Perché un pane senza sale? Qui in Toscana è normale consumare il pane sciocco (cioè senza sale), ma se a voi piace saporito, non dovrete fare altro che aggiungere nell'impasto 15 grammi di sale fino. Se invece volete farlo con il lievito di birra, magari perché non usate il lievito madre, dovrete semplicemente aggiungere, agli ingredienti già elencati, 66 grammi di acqua e 131 grammi di farina tipo 1, che sostituiranno in peso il lievito madre, senza modificare la consistenza dell'impasto. Sciogliete poi nell'acqua 1,5 grammi di lievito di birra, impastate il tutto come da ricetta e lasciate lievitare al caldo sempre come indicato nella ricetta.

Ecco i dati da inserire nel nostro Calcolatore per impasti e pizza per modificare la ricetta: Panetti: 2, Peso: 855, Idratazione: 55,5%, Sale: 7,5%, Lievito Madre: 11,5% idratato al: 50%.

Pane a bassa idratazione misto 4

Pane a bassa idratazione misto 5


Per ricevere le nostre ricette ogni giorno, seguici anche su Facebook e Pinterest!

Altre ricette consigliate
Forse potrebbero interessarti anche le seguenti ricette:
Pane di ramerino oppure Piadine al pesto.

Informazioni:

  1. Difficoltà: facile
  2. Altre ricette di PTT Ricette
  3. Tipo di piatto: (Pane)
  4. Calorie: 235 Kcal circa a porzione (Info)
  5. Tempo di preparazione:
  6. Tempo di cottura:
  7. Tempo totale:
  8. Porzioni: ricetta per circa 16 persone

Ingredienti per preparare il Pane a bassa idratazione misto:

  1. Farina Tipo 1 di grano tenero: 406 gr
    Farina Tipo 00 di grano tenero: 309 gr
  2. Semola di grano duro: 251 gr
    Lievito madre: 197 gr
  3. Acqua: 543 gr
    Sale: 4 gr
Hai provato o vuoi provare questa ricetta?
Clicca qui per lasciarci un commento

Procedimento:

Pane a bassa idratazione misto 2

Iniziamo la preparazione del Pane a bassa idratazione misto rinfrescando e facendo raddoppiare il lievito madre. Quando il lievito sarà pronto, mettetene 192 grammi nel cestello della planetaria, aggiungete le farine (251 grammi di semola, 309 grammi di farina tipo 00 e 406 grammi di farina tipo 1), tutta l'acqua e avviate la planetaria. Lasciate impastare fino a quando l'impasto non sarà diventato di colore omogeneo e di aspetto liscio. Infine, aggiungete il sale e far lavorare l'impasto per farlo amalgamare bene.

A quel punto trasferitelo su una superficie di lavoro e, con i polpastrelli, schiacciatelo fino a formare un rettangolo; eseguite delle pieghe a tre, poi girate l'impasto di 90 gradi, stendetelo nuovamente con i polpastrelli formando un rettangolo ed eseguite altre pieghe a tre. Ruotare l'impasto mettendo la parte della chiusura a contatto con la superficie di lavoro, copritelo con una terrina e lasciatelo riposare per 30 minuti.

Trascorsi i 30 minuti, eseguite nuovamente delle pieghe a tre: stendete l'impasto con i polpastrelli e formate un rettangolo, poi eseguite delle pieghe a tre, girate l'impasto di 90 gradi, stendetelo nuovamente con i polpastrelli ed eseguite altre pieghe a tre. Mettete la parte della chiusura a contatto con la superficie di lavoro, coprite l'impasto nuovamente con la terrina e lasciatelo riposare 30 minuti.

Trascorsi i 30 minuti, eseguite per l'ultima volta i due giri di pieghe a tre come abbiamo fatto nelle due volte precedenti e mettete sempre la parte con la chiusura a contatto con la superficie di lavoro. Trasferite l'impasto in una terrina capiente e lasciatelo lievitare fino al raddoppio. Se la terrina è piccola, potete aggiungerne un'altra sopra capovolta, a mo' di cupola.

Quando l'impasto sarà raddoppiato, dividetelo in due panetti all'incirca uguali e, con ciascuna parte, formate una palla; stendete i panetti con le mani ed eseguite con ciascuno due giri di pieghe a tre, come fatti precedentemente, poi fate una forma alle pagnotte e lasciatele riposare per 30 minuti, coperte con terrine (questa è la preforma).

Trascorso il tempo di riposo, rieseguite delle pieghe a tre e dare la forma alle pagnotte, quindi mettetele in un cestino foderato con telo per impasti spolverato di semola e lasciatele lievitare fino circa al raddoppio. La cucitura della forma deve essere rivolta verso l'alto. L'impasto sarà pronto quando, pigiando sulla superficie con un dito, l'impasto risalirà lentamente.

Preriscaldate il forno a 230 gradi, preferibilmente con la pietra refrattaria se l'avete, e, quando sarà ben caldo, capovolgete l'impasto sulla pietra refrattaria. Se riuscite, fate un profondo taglio obliquo sul pane, da un'estremità all'altra della pagnotta. Posizionate una teglia capovolta poco sotto la resistenza superiore, in modo da rallentare la cottura della crosta del pane. Per i primi 10 minuti fate cuocere il pane con la teglia, come abbiamo detto, poi toglietela (stando attenti a non scottarvi) e fate continuare la cottura per altri 10 minuti. A questo punto, girate il pane sottosopra e fate cuocere la base per 10 minuti. Per finire, rimettete il pane in posizione dritta e fatelo cuocere altri 10 minuti, ma con lo spiffero, cioè lasciando lo sportello del forno leggermente aperto.

Terminata la cottura, fate raffreddare il pane in verticale per almeno 6 ore prima di consumarlo.

Il Pane a bassa idratazione misto è pronto!

Pane a bassa idratazione misto
Pane a bassa idratazione misto 1
Pane a bassa idratazione misto 3

Lascia un commento

Scrivi un commento o fai una domanda su questa ricetta.
Inserendo un indirizzo email valido (facoltativo), sarai avvisato quando riceverai una risposta al tuo commento.

Questa ricetta ha 2 commenti:

  • Mena ha scritto, 25-03-2020 11:18

    Ciao, complimenti per questo pane. Io l'ho provato, ma alla base si è lacerato intorno, come mai? Comunque è buonissimo, ne sono soddisfatta, solo esteticamente è un po' diverso.

    • PTT Ricette ha scritto, 25-03-2020 11:28

      Ciao Mena, il pane si lacera quando non vengono fatti i tagli sulla superficie. Succede perché, cuocendosi, la mollica si sviluppa allargandosi, mentre l'esterno inizia a indurirsi per la cottura. A quel punto, sotto la pressione della mollica che si espande, la crosta esterna cede, rompendosi a caso, di lato oppure in superficie. Questo difetto si risolve facendo un taglio sulla superficie del pane appena prima di infornarlo. Il taglio deve essere lungo da un'estremità all'altra del pane e profondo minimo un cm, ma anche di più se puoi. Riguardo la posizione, meglio farlo di lato, tipo in alto a destra, sul bordo del pane. Il taglio farà sì che il pane si sviluppi aprendosi proprio dov'è il taglio, e non in altri posti. Ti consiglio di fare un unico taglio e non tanti piccoli tagli perché talvolta sono piccoli e non si risolve comunque questo problema. Spero di esserti stata utile, a presto.

Clicca qui per lasciarci un commento