X

Informativa sui cookie
Questo sito e i servizi terzi da esso utilizzati possono fare uso di cookie funzionali e di profilazione di terze parti, che consentono anche di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente. Scrollando la pagina, cliccando su un link, chiudendo il banner o proseguendo la navigazione sul sito in altra maniera, dai il tuo consenso all'utilizzo di tali cookie. Per saperne di più o negare il consenso all'installazione dei cookie, consulta la nostra informativa cliccando sul link: Informativa sui cookie. Puoi anche consultare la nostra Informativa sulla privacy

PTT Ricette sui social:

Un aiuto in cucina:

Altre ricette consigliate:

Raccolte consigliate:

Articoli consigliati:

  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
Loading...

Pita greca

Ieri ho visto la ricetta della Pita greca, un pane tondo e soffice, tipico della cucina greca e altri paesi del Mediterraneo, una ricetta suggerita da una signora greca, che vive ora in Italia, ed ho voluto subito provare. Non immaginate che bontà! Una pasta soffice, profumatissima, saporita. Con la pita greca potete preparare tante ricette. Una delle più conosciute è il Gyros, ossia in pita che racchiude un piatto a base di carne, ma i greci la gustano anche con l'Hummus, una crema a base di ceci, e la Tzatziki, una salsa greca a base di cetrioli e yogurt greco. Queste sono le idee se volete gustare due streetfood, cioè due cibi di strada della Grecia. Se invece volete mantenervi su idee all'italiana. potete assaporare queste profumatissime pita con salume e formaggi, soprattutto formaggi molli, da spalmare sulle pita. Ottime anche le salse e creme, tipo quelle a base di legumi, come la nostra Crema di ceci, che potete rendere più morbida lasciando un po' di acqua di cottura dei ceci.

Fornetto G3 Ferrari Pizza Express Delizia Per la cottura della Pita greca ho usato il mitico Fornetto G3 Ferrari Pizza Express Delizia (clicca sul link rosso per vederlo), un fornetto pensato per la cottura delle pizze, ma con cui potete preparare anche altri piatti.


Per ricevere le nostre ricette ogni giorno, seguici anche su Facebook e Pinterest!

Altre ricette consigliate
Forse potrebbero interessarti anche le seguenti ricette:
Pane dolce con noci, uvetta e spezie oppure Polpette di ceci, cipolle e pane.

Informazioni:

  1. Difficoltà: facile
  2. Altre ricette di PTT Ricette
  3. Tipo di piatto: (Pane)
  4. Calorie: 252 Kcal circa a porzione (Info)
  5. Tempo di preparazione:
  6. Tempo di lievitazione:
  7. Tempo di cottura:
  8. Tempo totale:
  9. Porzioni: ricetta per circa 12 persone

Ingredienti per preparare la Pita greca:

  1. Farina di grano tenero Tipo 00: 415 gr
    Semola di grano duro: 50 gr
  2. Farina Tipo 1 di grano tenero oppure tipo 00: 135 gr
    Acqua tiepida: 350 gr
  3. Olio extravergine di oliva: 100 gr
    Zucchero: 20 gr
  4. Sale: 11 gr
    Lievito di birra fresco: 5 gr
Hai provato o vuoi provare questa ricetta?
Clicca qui per lasciarci un commento

Procedimento:

Pita greca 27

Per preparare la Pita greca versate tutte le farine in una terrina. Se preferite, potete usare della farina tipo 00 al posto della farina tipo 1 (io però ho usato la tipo 1).

Versate in un boccale l'acqua tiepida, aggiungete il lievito e mescolate bene per farlo sciogliere. Quando sarà sciolto, aggiungete anche l'olio, il sale, lo zucchero e mescolate per far sciogliere il tutto. Ma come, mescoliamo il sale con il lievito? Tranquilli, non succede nulla. Poi, versate il liquido preparato nella terrina con la farina ed iniziate a mescolare con una forchetta, fino ad assorbire tutta l'acqua. Continuate ad impastare fino ad ottenere un composto omogeneo e molto idratato. Noterete senz'altro che quest'impasto non ha forma né incordatura. Nessun problema, le pieghe aiuteranno nella formazione di una bella maglia glutinica.

Pita greca 1

Trasferite l'impasto su una spianatoia o su un tagliere di vetro (io lo preferisco perché posso lavarlo ogni volta) e coprite l'impasto con la terrina capovolta.

Pita greca 2

Attendete 30 minuti, al termine dei quali effettuate per 4 volte dei giri di pieghe, a distanza di 30 minuti l'uno dall'altro, vale a dire: 30 minuti, 1^ piega, 30 minuti, 2^ piega, 30 minuti, 3^ piega, 30 minuti, 4^ piega. Per le pieghe potete usare le mani o un tarocco.

Ecco come dovere fare un giro di pieghe: prendete un lato qualsiasi dell'impasto (ad esempio il lato destro) e allungatelo un po', poi portarlo verso il centro dell'impasto.

Pita greca 3
Pita greca 4

Prendete poi l'impasto dal lato opposto (il lato sinistro), allungarlo un poco e portarlo al centro, sovrapposto al precedente.

Pita greca 5
Pita greca 6

Prendete uno dei sue lati avanzati (il lato superiore, ad esempio) e portarlo al centro.

Pita greca 7
Pita greca 8

Terminate portando al centro anche l'ultimo lato (il lato inferiore, in questo caso).

Pita greca 9
Pita greca 10

Dopo ogni piega, punzecchiate i bordi per chiudere il panetto, mettete il panetto sotto la terrina capovolta e lasciatelo riposare 30 minuti.

Pita greca 11
Pita greca 12

Al termine delle pieghe, dividete l'impasto in pezzi da 90 grammi (in questo caso otterrete 12 palline) oppure da circa 105 grammi ( in questo caso otterrete 10 pita un po' più grandi).

Prendete ciascun pezzo e formate una pallina in questo modo: mettetelo su una superficie leggermente infarinata, prendete un lembo laterale, allungatelo un po' e portatelo verso il centro.

Pita greca 13
Pita greca 14

Poi, prendete un altro lembo e portate anche questo verso il centro. Continuate così fino a formare una bella pallina liscia. Per non far riaprire la pallina, vi consiglio di mantenere i lembi al centro pigiando con un dito.

Pita greca 15
Pita greca 16

A questo punto, pizzicate il punto di unione dei lembi e capovolgete il panetto, in modo da far stare sotto questa parte ricucita.

Pita greca 18

Effettuate una veloce pirlatura, infarinate le palline e mettetele in una grande cassetta per panetti oppure in contenitori separati, come ho fatto io.

Pita greca 17
Pita greca 19

A questo punto, potete proseguire in due modi:

1) lasciate riposare le palline per 2 ore e poi le cuocete;

2) le lasciate riposare 1 ora, poi le mettete in frigo. Quest'ultimo caso è utile se volete preparare in anticipo le pita sia per la sera stessa che per il giorno dopo, avendo così il modo di gustarle poche per volta nell'arco di 24 ore (cioè a cena e al pranzo e cena del giorno successivo). Ricordate solo che è importante estrarre dal frigo i contenitori con i piccoli panetti 3-4 ore prima di cuocerli, per farli tornare a temperatura ambiente (senza aprire i contenitori, altrimenti i panetti seccano in superficie).

Pita greca 20

Stesura della pita greca, disco da circa 20 cm di diametro: c'è chi le stende con il matterello, ma io vi consiglio di farlo a mano, con un po' di pazienza. Iniziate schiacciando il bordo con i polpastrelli (vedi foto), poi, sempre con i polpastrelli, lavorate un po' il centro e poi lavorate il disco passandolo da un dorso di un pugno all'altro (vedi foto), facendolo così allargare. Potete anche aiutarvi stendendo il disco su una spianatoia infarinata, ma non troppo, altrimenti otterrete delle pita infarinate. Inoltre potete allargare le pita sollevandole per un bordo e facendole ruotare tra le mani, in modo che, con la forza di gravità, la pita si assottigli naturalmente, allungandosi perso il basso (vedi foto).

Pita greca 21
Pita greca 23
Pita greca 24
Pita greca 22

Una volta preparate, potete cuocerle in padella, un minuto per lato, o nel forno su carta forno, alla massima temperatura e sempre girandole da entrambi i lati.

Io ho usato, anche questa volta, il Fornetto G3 Ferrari Pizza Express Delizia (clicca sul link rosso per vederlo), per una cottura più veloce e a temperatura alta (il Fornetto Ferrari raggiunge circa 400 gradi).

Fornetto G3 Ferrari Pizza Express Delizia

Se lo usate anche voi, scaldatelo alla massima temperatura, tenendolo chiuso; quando il Forno Ferrari sarà pronto, disporre sulla pietra la prima pita greca, cercando di darle una forma quanto più possibile rotonda.

Le pita non devono cuocere troppo, sempre circa un minuto per lato, infatti questo pane deve restare morbido, al punto da poterlo arrotolare o piegare facilmente a metà. Le pita non devono essere croccanti, mi raccomando, ma sofficissime. Impostate il timer, così intanto potete stendere le altre pita.

Una volta pronte, potete farcire la vostra pita greca come preferite, con carne (ottime anche con il pollo), salumi, formaggi, creme e salse.

La Pita greca è pronta!

Pita greca 26
Pita greca
Pita greca 26

Lascia un commento

Scrivi un commento o fai una domanda su questa ricetta.
Inserendo un indirizzo email valido (facoltativo), sarai avvisato quando riceverai una risposta al tuo commento.