X

Informativa sui cookie
Questo sito e i servizi terzi da esso utilizzati possono fare uso di cookie funzionali e di profilazione di terze parti, che consentono anche di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente. Scrollando la pagina, cliccando su un link, chiudendo il banner o proseguendo la navigazione sul sito in altra maniera, dai il tuo consenso all'utilizzo di tali cookie. Per saperne di più o negare il consenso all'installazione dei cookie, consulta la nostra informativa cliccando sul link: Informativa sui cookie. Puoi anche consultare la nostra Informativa sulla privacy

PTT Ricette sui social:

Altre ricette consigliate:

  • min-dolci-con-riso-cioccolato-3.jpg Dolci con riso e cioccolato
  • min-torta-di-rose-con-prosciutto-cotto-mozzarella-ed-emmenthal.jpg Torta di rose con prosciutto cotto, mozzarella ed Emmenthal
  • min-crostata-alla-frutta-2.jpg Crostata alla frutta (2)
  • min-tortino-di-ceci.jpg Tortino di ceci
  • min-parmigiana-di-zucchine.jpg Parmigiana di zucchine (2)
  • min-scaloppine-di-arista-di-maiale.jpg Scaloppine di arista di maiale
logo

Raccolte consigliate:

Articoli consigliati:

  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
Loading...

Dieta genetica: cos'è e come funziona la dieta genetica

In questo articolo parleremo della Dieta genetica: cos'è e come funziona la dieta genetica.

Le ultime frontiere del dimagrimento guardano all'origine dell'essere umano, ovvero al suo DNA. Secondo recenti studi il metodo migliore per dimagrire è scritto nei geni e basta un piccolo prelievo di saliva per scoprire quali sono gli alimenti affini al proprio organismo. Tutto questo è la dieta genetica, una dieta che deriva dall'attenta analisi dei geni, unici in ogni persona.

Vacanze Il periodo delle post vacanze o gli immediati mesi che seguono le festività possono indurre la necessità di depurare l'organismo o di perdere dei chili in eccesso. Molte volte quando si vivono situazioni di relax e di convivialità è difficile resistere alle tentazioni, soprattutto se si è in compagnia e non si hanno pensieri di sorta. I chiletti in più però rimangono e quindi può essere necessario seguire un regime di dieta e di disintossicazione.

Gli esperti nutrizionisti sono concordi nel consigliare un'alimentazione leggera, composta in prevalenza da cereali, legumi e tanta frutta e verdura. A questi alimenti è necessario abbinare un elevato consumo di acqua naturale, la quale aiuta a drenare i liquidi in eccesso e aiuta ad eliminare le tossine accumulate durante i periodi di relax.

Ma se una dieta equilibrata e la pratica di una costante attività fisica non sono sufficienti, è possibile scoprire quali sono i cibi che ci fanno dimagrire e quale è la quantità di calorie necessaria nel corso della giornata.

A detta degli studiosi, ogni aspetto è scritto nella composizione genetica di ognuno di noi. Questo tratto merita assolutamente di essere considerato, in quanto svelerebbe il mistero dell'efficacia o meno di tanti regimi dietetici. Ad una persona una certa dieta può far perdere per magia tanti chiletti accumulati, mentre ad un'altra può addirittura far aumentare il peso! Dove risiede quindi la differenza? Sul fatto che ogni essere umano è completamente diverso dall'altro, anche se in apparenza uguale. Questa regola si estende anche alla risposta che l'organismo propone a particolari regimi alimentari e alla conseguente perdita di peso.

DNA La dieta genetica si basa su una rigorosa analisi del DNA della persona interessata. Come spiega il Prof. Paolo Gasparini, Genetista Medico di fama mondiale, coordinatore di G&Life, azienda specializzata nella genetica orientata ai servizi alla persona, i geni responsabili del metabolismo di grassi e zuccheri sono 12. Tali geni hanno il potere di spiegare il modo che ogni persona ha per bruciare le calorie , per immagazzinare il grasso corporeo e quindi per costruire il tessuto muscolare. Dati fondamentali, che aiutano a comprendere in modo veritiero come si comporta il proprio organismo.

La dieta genetica si basa sul prelievo di una campione di saliva, sulla quale è contenuto il DNA di ogni persona. Tale DNA procede a fornire tutte le indicazioni che necessitano di essere elaborate per stillare la dieta ideale. Il campione viene analizzato da un esperto dietologo, il quale traduce i numeri in abitudini, comportamenti e prassi che il nostro organismo mette in atto in ogni momento.

L'alimentazione nella Dieta genetica

La dieta che segue questa analisi non è assolutamente ferrea né restrittiva, anzi. Si tratta di una sorta di educazione alimentare, in quanto solitamente i cibi amati sono i cibi che fanno bene e i cibi che inconsciamente non ci piacciano trovano la loro origine in dati genetici. La dieta genetica si basa quindi sull'accordare la preferenza certi alimenti piuttosto che ad altri. Non solo, in quanto aspetto si estende dalle abitudini alimentari fino ai consigli sulla pratica sportiva più adatta per bruciare calorie e quindi dimagrire il fisico attraverso la tonificazione. Il DNA sa dirci anche questo, per cui il quadro si rende completo e diffuso ad ogni campo del dimagrimento.

E' interessante notare che la dieta genetica può dare risultare molto lungimiranti in termini di tempo. La dieta non promette un dimagrimento immediato, ma consente di portare avanti un regime alimentare calibrato e in grado di donare un dimagrimento sano e duraturo.

Corretta alimentazione E' importante diffidare dalle diete che promettono dimagrimenti veloci, in quanto esse si basano su principi scorretti di alimentazione. Uno su tutti, il principio dell'eliminazione dei carboidrati, una pratica purtroppo molto pubblicizzata e assolutamente malsana. Togliere i carboidrati dall'alimentazione donando la preferenza alimentare all'apporto di proteine conduce sicuramente ad un dimagrimento immediato, ma il rischio del temuto effetto yo-yo è dietro l'angolo, in quanto, una volta che il corpo riassume i carboidrati, lo farà in modo massivo. Le diete proteiche affaticano inoltre l'organismo, portando i reni e il fegato a lavorare in modo troppo massivo e stancante.

Questi pericoli non sussistono con la dieta genetica, in quanto gli alimenti introdotti sono vari e vengono indicati dai geni stessi. Può accadere che certi alimenti non siano presenti, oppure che il corpo non li possa tollerare in modo positivo. Ecco che eliminare questi cibi o per lo meno limitarne il consumo non solo può indurre il dimagrimento, ma si presenta come una pratica votata alla salute.

L'educazione ad un'alimentazione consapevole è il primo passo verso un dimagramento che miri ad ottenere un ottimo stato globale. Di conseguenza, questo aspetto agisce anche sull'estetica delle persone, le quali possono contare su uno stato psico-emozionale positivo. Quante donne e uomini magri e infelici abbiamo visto? Molti, in quanto le rinunce e la prassi di seguire uno stile di alimentazione troppo restrittivo hanno minato la loro salute emozionale.

La dieta genetica attinge da prodotti considerati positivi per il nostro organismo, per cui questo rischio non si corre. Il DNA indica inoltre quali sono gli alimenti che fanno bene per cui la salute dei capelli, della pelle e delle unghie viene salvaguardata ai massimi livelli. Questo aspetto permette di dare vita ad un dimagrimento magari più lento, ma salutare ed efficiente. Un dimagrimento dove la perdita di peso va di pari passo con una condizione positiva di salute e con una bellezza che si percepisce in modo immediato.

Lascia un commento

Scrivi un commento o fai una domanda su questo articolo.
Inserendo un indirizzo email valido (facoltativo), sarai avvisato quando riceverai una risposta al tuo commento.