X

Informativa sui cookie
Questo sito e i servizi terzi da esso utilizzati possono fare uso di cookie funzionali e di profilazione di terze parti, che consentono anche di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente. Scrollando la pagina, cliccando su un link, chiudendo il banner o proseguendo la navigazione sul sito in altra maniera, dai il tuo consenso all'utilizzo di tali cookie. Per saperne di più o negare il consenso all'installazione dei cookie, consulta la nostra informativa cliccando sul link: Informativa sui cookie. Puoi anche consultare la nostra Informativa sulla privacy

PTT Ricette sui social:

Un aiuto in cucina:

Altre ricette consigliate:

Raccolte consigliate:

Articoli consigliati:

  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
Loading...

Dieta vegetariana: i princìpi della dieta vegetariana

Principio della dieta vegetariane è l'eliminazione del pesce (molluschi compresi) e della carne, nel mirino da anni nelle ricerche scientifiche.

La dieta vegetariana è una dieta leggera, depurativa e che permette di rigenerare l'organismo con benefici immediati, come la riduzione di trigliceridi e malattie cardiovascolari, nonché aiuta ad avere un miglior transito/regolarità intestinale. La dieta vegetariana consente di ridurre anche il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, chiamato anche il diabete mellito, un tipo di diabete che si sviluppa in età adulta e che in questi anni sta colpendo sempre più, a causa soprattutto del moderno stile di vita alimentare. La dieta vegetariana contrasta il diabete mellito in quanto le fibre ritardano l'assorbimento del cibo e contrastano i picchi glicemici. Infatti, non è l'assenza della carne in sé a tenere basso l'indice glicemico, quanto un diverso stile di vita che predilige alimenti integrali e verdure e ortaggi in quantità. Perché scegliere gli alimenti integrali? Oltre al fatto che possiedono molte più qualità benefiche e fibre, al contrario dei prodotti raffinati, che invece ne sono impoveriti, c'è da tener presente che gli alimenti integrali non provocano un repentino innalzamento dell'insulina come lo provocano i prodotti raffinati, bensì un innalzamento moderato nel tempo. Per prevenire picchi insulinici è anche importante non eccedere con gli zuccheri.

Dieta vegetariana i princìpi 1 Un maggior apporto di antiossidanti e fibre aiuta nella prevenzione di diversi tumori, soprattutto quello a carico dell'intestino. Non è vero e non è stato scientificamente dimostrato che eliminando la carme si possa addirittura guarire dai tumori, ma è vero che durante i processi metabolici si formano acidi che sono fattori che incidono sull'insorgenza di molte malattie. Frutta e verdura, invece, aiutano a contrastare questi acidi. Dannosa non è solo la carne rossa, che cioè la carne dei bovini, ovini (cioè agnelli e capretti) e maiali, ma a risultare cancerogeni sono anche gli insaccati, soprattutto quelli preparati con nitriti, usati come conservanti e che formano composti altamente cancerogeni.
La dieta vegetariana è un toccasana anche per il cuore e l'apparato cardiocircolatorio, aiuta infatti a mantenere bassa la pressione e quindi è l'ideale per le persone ipertese. Grazie anche all'assenza di colesterolo, si riduce il rischio di ictus.

Benefici rilevanti vengono apportati anche al cervello: frutta e verdura sono alimenti ricchi di antiossidanti, importanti per contrastare le degenerazioni cognitive e la demenza. Studi effettuati hanno dimostrato che diete ricche di fibre e povere di grassi saturi apportano benefici contro l'invecchiamento dei neuroni, contrastandone l'ossidazione.

La dieta vegetariana consente anche di mantenere un buon indice di massa corporea, e quindi un fisico più in forma. Come gli studi hanno evidenziato, una massa corporea normale riduce il rischio di mortalità, a differenza dell'obesità, che invece è collegata ad una maggiore mortalità. Uno studio ha dimostrato che la dieta vegetariana aiuta anche a dimagrire più in fretta.

Le ultime ricerche confermano che in questi anni quasi 1 italiano su 10 rinuncia alla carne, sia perché ha necessità di prendersi cura della propria salute, che come scelta personale di seguire questo modello di dieta. Negli anni si evidenzia anche che questo fenomeno è in costante crescita. E se oltre la metà delle persone vegetariane ritengono che seguire questo modello di alimentazione sia un modo per prendersi cura della propria salute, un numero un po' più ristretto di persone preferisce seguire la dieta vegetariana con motivazioni etiche, in quanto contrarie all'uccisione o sofferenza degli animali, mentre una fascia ancora più ristretta considera prioritarie le motivazioni ecologiste: infatti, l'allevamento degli animali comporta un maggior dispendio di risorse naturali.

Dieta vegetariana i princìpi 2 Un aspetto importante della dieta vegetariana è che porta le persone ad essere attenti e a riflettere su quello che si mangia, scegliendo con cura gli alimenti. Ciò porta a prediligere i prodotti biologici, privi di pesticidi e prodotti chimici, o anche la scelta di prodotti integrali al posto di quelli raffinati: un'attenzione alla riduzione della farina raffinata, usata sia nella produzione della pasta che nel pane, ma anche nei dolci e tanti altri alimenti.

Qual è la differenza tra dieta vegetariana e dieta vegana? Nella dieta vegetariana sono esclusi carne e pesce, ma sono consentiti altri prodotti degli animali vivi, come uova, il miele e il latte, e quindi sono concessi anche tutti i prodotti lavorati e derivanti dal latte, fatta eccezione per i formaggi prodotti con il caglio animale, che è un prodotto animale non consentito. Nella dieta vegana anche questi alimenti sono esclusi, in quanto viene escluso anche tutto quello che si produce con lo sfruttamento degli animali, e quindi che indirettamente si ricava dagli animali.

Ci sono poi delle piccole varianti del vegetarianesimo (o vegetarismo) che ad esempio eliminano le uova dalla dieta (latto-vegetariani), oppure che ammettono nella dieta saltuariamente il consumo di pesce. Oppure, si segue uno stile di vita che fa adottare per la maggior parte del tempo una dieta vegetariana ma che in alcune occasioni si concede un'accezione e consuma la carne, e questo regime alimentare si chiama Flexitariani.

Il periodo migliore per avvicinarsi alla dieta vegetariana è sicuramente l'estate, periodo in cui abbondano frutta e verdure freschissime, che possiamo acquistare anche a chilometro zero. Chi ancora non segue una dieta vegetariana potrebbe sentirsi in difficoltà su cosa preparare, ma in effetti è solo questione di scegliere pasti alternativi a base di vegetali, legumi, pasta e frutta. Per avvicinarsi a questa dieta ci sono diverse strade percorribili. Il Lunedì Meat free, il lunedì senza carne è un giorno alla settimana sottratto alla carne. Su può iniziare con un giorno e proseguire man mano con altri giorni. C'è poi la possibilità di seguire una dieta vegetariana per una settimana.

Lascia un commento

Scrivi un commento o fai una domanda su questo articolo.
Inserendo un indirizzo email valido (facoltativo), sarai avvisato quando riceverai una risposta al tuo commento.