PTT Ricette sui social:

Un aiuto in cucina:

Altre ricette consigliate:

Raccolte consigliate:

Articoli consigliati:

  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
Loading...

Come legare l'arrosto - Scuola di cucina

In questo articolo scopriremo Come legare l'arrosto, sia che si parli di carne rossa o bianca, anche di tacchino (fesa di tacchino). Gli arrosti sono una preparazione davvero semplice e anche gustosa, da assaporare con diverse salse e durante tutto l'anno, caldi o appena tiepidi, durante i giorni festivi o durante la settimana. Si possono trovare in commercio arrosti già pronti, già speziati e legati, che dobbiamo solo cuocere, ma, se volete scegliere il pezzo di carne e prepararlo al meglio, anche speziandolo a vostro piacere, allora occorre seguire le varie fasi della preparazione.

Come legare l'arrosto 15

Per la preparazione dell'arrosto, però, non serve solo seguire la ricetta, ma è importante anche legare l'arrosto perché la legatura consente una cottura omogenea e non solo, anche esteticamente l'arrosto sarà più piacevole e invitante, inoltre durante la cottura l'arrosto manterrà la forma tondeggiante, senza rompersi, e sarà più facile da tagliare. Per legare gli arrosti occorre l'apposito spago da cucina, che trovate in vendita nei supermercati.

Durante la cottura ricordate di non bucare mai la carne, per evitare di far fuoriuscire i liquidi. Quale pezzi di carne si possono usare per preparare succulenti arrosti? Potete usare il manzo, maiale, agnello, vitello e tacchino, inoltre raccomandiamo di usare pezzi di carne di almeno 900 gr di peso.

Prima della cottura, gli arrosti vanno massaggiati con abbondante sale e spezie, come la salvia, il rosmarino, il timo, il pepe e l'aglio. Potete farlo prima o dopo la legatura, a vostro piacere.

In questa pagina raccogliamo le diverse legature che abbiamo provato e le descriviamo, insieme ai trucchi e ai consigli per realizzarle al meglio.

Ci sono diverse legature che possono essere fatte, iniziamo da quella più semplice: la Legatura a spirale: questa legatura si fa in pochissimo tempo e non richiede nemmeno molto spago, almeno in confronto ad altre legature.

Un'altra legatura, sicuramente più sofisticata e un po' più difficile, consigliata anche da tanti chef, è quella che io chiamo Legatura a anelli, una legatura che avvolge l'arrosto e che suggerisce il nome, è fatta con anelli che avvolgono l'arrosto lungo la lunghezza.

Qualsiasi sia la legatura che sceglierete, la prima cosa da fare prima ancora di legare l'arrosto è eliminare dalla carne tutti gli eventuali lembi di grasso che potrebbero esserci sull'arrosto. Eliminare queste parti è importante perché nervetti e parti di grasso indurirebbero durante la cottura e darebbero fastidio durante la masticazione.

Prima di lasciarvi alla legatura dell'arrosto, vi lascio l'ultimo consiglio: legare sempre stretto l'arrosto, altrimenti, a fine cottura, vi ritroverete con gli anelli di spago molto più larghi a causa della perdita di volume della carne.