X

Informativa sui cookie
Questo sito e i servizi terzi da esso utilizzati possono fare uso di cookie funzionali e di profilazione di terze parti, che consentono anche di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente. Scrollando la pagina, cliccando su un link, chiudendo il banner o proseguendo la navigazione sul sito in altra maniera, dai il tuo consenso all'utilizzo di tali cookie. Per saperne di più o negare il consenso all'installazione dei cookie, consulta la nostra informativa cliccando sul link: Informativa sui cookie. Puoi anche consultare la nostra Informativa sulla privacy

PTT Ricette sui social:

Un aiuto in cucina:

Altre ricette consigliate:

Raccolte consigliate:

Articoli consigliati:

  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
  • nd
Loading...

Come scegliere i limoni migliori - Scuola di cucina

Anche se i limoni sono presenti tutto l'anno, è opportuno sceglierli al meglio per poter beneficiare dei loro effetti benefici, del loro aroma, del loro succo e del loro profumo.

Quando siamo davanti ai limoni, osserviamoli, sapranno dirci tanto guardando la loro buccia, lo spessore ed il tipo di buccia che hanno, il colore, la consistenza del frutto, il profumo e anche il peso, ma procediamo per ordine... e, prima di iniziare, vi lascio due articoli di approfondimento: Proprietà ed effetti benefici del Limone e Come conservare i limoni.

Come deve essere la buccia di un limone

Limoni 4

Come deve essere la buccia di un limone per essere un buon limone? Se la buccia è spessa, il limone fornirà meno succo e la buccia di questo tipo di limone sarà perfetta da fare essiccata o candita. Se la buccia è sottile e il limone cede alla pressione delle dita, i limoni saranno più ricchi di succo, quindi saranno perfetti per tutte le preparazioni in cui ve ne occorre.

Quindi, se del limone vi occorre il succo, preferite i limoni con scorza sottile e con grana sottile ed uniforme. Se dei limoni vi occorre la scorza, potete scegliere anche quelli con la buccia a grana spessa.

Quando acquisti dei limoni, prendi sempre quelli con la buccia soda, non raggrinzita né indurita, né limoni con macchie scure.

Nota: se usate la scorza di limone per insaporire creme o per preparare liquori, prelevate solo la parte gialla della buccia, in quanto la parte bianca è piuttosto amara.

Infine, scegliete limoni a buccia opaca piuttosto che a buccia lucida, in quanto potrebbero essere stati trattati chimicamente (leggi più avanti del trattamento con difenile).

Che colore deve avere un limone

Che colore deve avere un limone per essere un buon limone? Scegliete limoni di un giallo brillante, di colore omogeneo e non a chiazze verdi o quasi totalmente verdi. Un limone verde o con zone verdi significa che non è ancora ben maturo e sarà meno dolce di un limone giallo.

I limoni dalla scorza più gialla saranno anche più ricchi di vitamina C.

Che peso deve avere un limone

Che peso deve avere un limone per essere un buon limone? I limoni più pesanti, in rapporto ovviamente alla grandezza, saranno anche più ricchi di succo, a differenza di quelli grossi ma leggeri, con la buccia spessa e questo perché la scorza pesa meno del succo e della polpa.

Come dicevamo prima, ci sono diverse varietà e la buccia spessa, tante volte tipica dei limoni grossi, è sinonimo di un limone povero di succo. Quindi, quando li scegli, ricorda che la grandezza non è importante se quello che cerchi è il succo di limone.

Quali limoni scegliere, biologici o no?

Limoni 5

Oramai si fa un gran parlare dei prodotti biologici, che sono visti come un ritorno ai metodi antichi di coltivazione e rispetto per l'ambiente, soprattutto in seguito ai vari problemi che ne sono derivati dall'abuso di fertilizzanti, diserbanti e insetticidi, come l'inquinamento delle falde acquifere e l'aumento dei consumi energetici.

Per non parlare di contaminazioni che hanno avuto ripercussioni immediate anche sulla salute degli esseri umani e degli animali, basti pensare al morbo della mucca pazza (Encefalopatia Spongiforme Bovina, Bovine Spongiform Encephalopathy BSE, una malattia neurodegenerativa irreversibile ed infettiva che colpisce i bovini ma che può essere trasmessa all'uomo) e dell'influenza aviaria ad alta patogenicità (High Pathogenic Avian Influenza HPAI, detta anche peste aviaria, dovuta ad un virus influenzale che colpisce diverse specie di uccelli e che può essere trasmessa agli uomini).

Tornando in tema, la scelta dei limoni, biologici oppure non biologici, dipende dall'uso che ne dovrete fare. Più esattamente, se del limone userete solo il succo, allora potreste acquistarli anche non biologici ma, se vi interessa anche la scorza, allora la scelta di limoni biologici sarà inevitabile.

Se cerchi dei limoni biologici, controlla l'etichetta, dove troverai tutte le informazioni, dal produttore all'organismo di controllo del biologico.

Limoni e difenile

I limoni non biologici vengono trattati in superficie con prodotti di antimuffa, battericidi e antiparassitari, inoltre possono essere trattati con prodotti lucidanti (cere e paraffine) allo scopo di conferire un abbellimento estetico (li riconoscete perché i limoni sembreranno lucidi).

Quando scegli i tuoi limoni, se puoi, acquista quelli con le foglie, potrebbero suggerire l'assenza di trattamento chimico di difenile (o bifenile o fenilbenzene, un conservante indicato anche con la sigla E230), in quanto tale trattamento può essere effettuato solo sulla frutta priva di foglie.

Il difenile è un prodotto di origine petrolchimica usato non solo sui limoni, ma anche su altra frutta, come arance e banane e in genere viene irrorato sulla frutta, ma può essere "somministrato" in modo graduale tramite una cartina che avvolge il frutto. E' stato evidenziato che l'esposizione prolungata a questa sostanza ha comportato ad alcuni lavoratori irritazione degli occhi e del naso, vomito e nausea.

Il trattamento con difenile rende la scorza della frutta non più commestibile in quanto tale prodotto non andrà via nemmeno con il lavaggio, essendo il difenile insolubile in acqua. Né sarà utile lavare la frutta con bicarbonato.

Che consistenza deve avere un limone

Che consistenza deve avere un limone per essere un buon limone? La consistenza deve essere soda e leggermente morbida al tatto, ma non troppo morbida, in quanto questo significherebbe invece un'eccessiva maturità del limone, anche questo da evitare.

Scegli dei limoni profumati

Se desideri che i tuoi limoni siano buoni, acquistali profumati, quindi prendili in mano e annusa il loro buon profumo. I limoni più profumati sono anche più ricchi di oli essenziali.

Limoni importati o limoni italiani?

Purtroppo oggi la maggior parte dei limoni sono importati. Prima di acquistare i limoni, controllare sempre la provenienza per accertarsi che, almeno, siano di origine italiana.

Lascia un commento

Scrivi un commento o fai una domanda su questo articolo.
Inserendo un indirizzo email valido (facoltativo), sarai avvisato quando riceverai una risposta al tuo commento.